Un dipinto

Vorrei
Saperti amare come il colore scende
Sul volto sfocato,
Come i bambini gridano dietro al pallone,
Come una colomba chiede,
D’inverno, all’aquilone,
Non sei sazio di tutto quello che non c’è?
Vorrei, potresti, dovrei
Salire in collina e scendere a valle,
Piangere negli occhi di qualcun’altra
Che non sei tu
Perché non sei tu.
Quotidianamente commuoversi.

View text
  • 2 settimane fa
  • 3

Il re di me stesso.

Me lo avevi promesso.
Mi avevi promesso il cielo, la terra e il mare.
Che la gioia sta nel dolore.
Che è bello riscoprirsi assieme, ancora.

E io ti ho dato tutto.

Forzato dalla voglia di sconfiggere il mio male, che stritola, invade.
Mi hai preso tutto ciò che avevo.

E io ti ho dato tutto.

Una verginità insospettabile si annidava in me, per chiunque, ovunque. Nel mio desiderio.
E quando aprivo gli occhi era solo volere spasmodico.

Ma io ti ho dato tutto.

E ora, che il tempo mi strozza, che il cuore mi scoppia, puoi salvarmi?
Da qui, dal baratro più oscuro, che a tentoni non ha fine.

Ti ho dato tuttove niente mi consola,
Ti ho dato tutto e so che ora,
Nel mio spirito agitato
Vive un cuore immacolato.
Ferito da fendenti dolorosi,
Ad ogni ora, ti prego, vieno.

View text
  • 1 mese fa
  • 4

Non per te.
Non mi interessi assolutamente, tu.
Ma solo per te, io scalo le montagne,
Io sono ciò che sono.
Non per te, ma per l’amore che ho.

View text
  • 1 mese fa
  • 1

Una volta, mi persi, nel profondo dei miei pensieri.
Non avevo amici attorno, non avevo amici in realtà.
Un vento mi tormentava e la neve mi congelava i piedi.
La mia piccolezza mi assillava finché Dio non mi chiamò
E io lo riconobbi, Dio, come una luce guida.
Tutti secondi, tutti i minuti.
E tu hai perso la tua buona stella? Beh Dio ha già provveduto.
Lui ha occhi d’oro, rossi e gialli, e braccia potenti.
Boschi mi cingevano
La tua barca non affonderà mai.
Mai e poi mai.
E il Dio che chiamo tutte le volte, sì il Dio che chiamo tutte le volte.
Perché io posso essermi perso, sì di nuovo.
Ma Dio è la mia guida, è la mia luce guida.

Jah is my guide - The sleeping tree
View quote
  • 1 mese fa

È come a un uomo battuto dal vento,accecato di neve - intorno pinge un inferno polare la città -l’aprirsi, lungo il muro, di una porta.Entra. Ritrova la bontà non morta,la dolcezza di un caldo angolo. Un nome posa dimenticato, un bacio sopra ilari volti che più non vedeva che oscuri in sogni minacciosi.Torna egli alla strada, anche la strada è un’altra. Il tempo al bello si è rimesso, i ghiacci spezzano mani operose, il celeste rispunta in cielo e nel suo cuore. E pensa che ogni estremo di mali un bene annunci.

Umberto Saba - poesia
View quote
  • 2 mesi fa
  • 1
x